Terzo decreto correttivo e Project Financing


Il III decreto correttivo al Codice dei Contratti approvato in via definitiva dal consiglio dei Ministri il 1 agosto, presenta elementi rilevanti relativamente al project financing.

La stazione appaltante può scegliere tra due alternative:

nella prima alternativa viene a messo a base di gara uno studio di fattibilità e la gara viene aggiudicata al miglior offerente in un'unica fase;
la seconda prevede l'espletamento di due distinte fasi: una allo scopo di individuare il promotore dal quale acquisire il progetto preliminare, e, successivamente, ponendo a base di gara il progetto preliminare offerto dal promotore, si procede con l'individuazione dell'affidatario della concessione, con la reintroduzione del diritto di prelazione del promotore.

0