Terzo Decreto Correttivo firmato dal presidente della Repubblica


Il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, ha firmato il terzo decreto correttivo che si avvia quindi alla pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale presumibilmente per fine mese. Ci sono novità importanti per gli appalti già discusse nelle precedenti news e, qui sinteticamente riportate alcune di esse:

Offerte anomale
Importanti modifiche all'art.122, comma 9 del Codice degli Appalti:


L'esclusione automatica diventa possibile solo per le gare:
- sotto 1.000.000 di euro per i lavori
- sotto i 100.000 euro per i servizi e forniture.

Inoltre,sia per i lavori che per i servizi e le forniture,l'esclusione automatica è possibile nel caso in cui sono state ammesse almeno 10 offerte.

Subappalto lavori tecnologici Diventa possibile per l'impresa subappaltare una quota fino al 30% .

Project Financing Torna il diritto di prelazione, anche se in risposta alla procedura di infrazione europea, vi sono 2 alternative per le amministrazioni. (per approfondimenti vedere news su terzo decreto correttivo e project financing)

Costi manodopera
Viene introdotto l'obbligo per le Casse Edili di verificare la congruità dell'incidenza della manodopera sullo specifico contratto.

Manutenzione
Passa a 200.000 euro il tetto entro il quale è consentito lo svolgimento di lavori di manutenzione in economia.
0