I dati parlano chiaro meno incidenti e meno gravi

I dati parlano chiaro: meno incidenti e meno gravi. Dal 2008 al 2010 la frequenza degli infortuni si è abbassata del 23%, nonostante le ore uomo lavorate siano aumentate del 47%. Nello stesso periodo e sempre con le ore uomo lavorate a +47%, la gravità degli infortuni si è abbassata del 35%.

Oggi, sono 34 i lavoratori che per il loro comportamento “virtuoso” in termini di sicurezza hanno ricevuto il premio ad personam di 500 euro ciascuno, e che si aggiungono ai 65 premiati lo scorso luglio. La novità è che per la prima volta vengono premiate anche le squadre che hanno segnalato i “quasi infortuni”, eventi che solo casualmente non hanno provocato conseguenze e che “studiati” contribuiscono ad accrescere la sicurezza nei cantieri, e sono 4 per un totale di altri 35 lavoratori che si divideranno 5.000 euro per squadra.
Le maestranze (delle imprese appaltatrici e subappaltatrici) dei lotti emiliani della variante di valico hanno svolto presso l’istituto istruzione professione per i lavoratori edili un percorso formativo finalizzato al riconoscimento ed alla segnalazione del “quasi infortunio”. Complessivamente Autostrade per l’Italia ha finanziato corsi di formazione sulla sicurezza ai quali hanno preso parte 1.132 lavoratori e preposti, per un totale di oltre 4.500 ore di formazione.

“In circa un anno – ha detto Gennarino Tozzi, condirettore generale sviluppo rete di Autostrade per l’Italia – abbiamo premiato 134 lavoratori. L’obiettivo è realizzare un cambiamento del modello culturale di imprese e persone affinché il valore della sicurezza sia imprescindibile. Considerando che il comportamento dei lavoratori è il risultato combinato di numerosi fattori: formazione, organizzazione e clima aziendale, esperienze pregresse, percezione del rischio, è fondamentale un totale coinvolgimento dei lavoratori, che devono sentirsi partecipi di un processo che favorisca un contesto positivo e di fiducia”.

Autostrade con queste iniziative oltre ad avere l’obiettivo di ottenere una riduzione degli indici di infortuni e contribuire a creare un ambiente sempre più sicuro e privo di rischi nei cantieri della Variante di Valico dimostra quanto la sicurezza sul lavoro rappresenti per l’azienda un impegno sociale. Già viene stanziato in media oltre l’11% dell’importo dei lavori come oneri per la sicurezza non soggetti a ribasso, una percentuale che si è incrementata negli anni, arrivando ad essere in alcuni casi fino al 15% dei lavori. Quindi Autostrade ha fortemente voluto questa iniziativa dei premi ad personam e per le squadre, che prevede ovviamente ulteriore formazione, e per la quale finanzia fino ad un milione di euro. Inoltre, è iniziato la settimana scorsa, un ulteriore percorso formativo (sempre tenuto dall’IIPLE) suddiviso in 65 appuntamenti, e che si aggiunge a quelli che le imprese appaltatrici sono tenute per legge a organizzare, focalizzato sulla gestione dei fattori umani che possono indurre a comportamenti non sicuri evidenziando comportamenti scorretti o che possono risultare fonti di rischio.
0