Infotel

martedì 14 giugno 2011

anzioni per lavoro nero e delle irregolarità scoperte in materia di appalti

Si affina l'attività di intelligence degli 007 fiscali: nel 2010 si registra una forte impennata delle sanzioni per lavoro nero e delle irregolarità scoperte in materia di appalti.

Nella bozza del rapporto finale del gruppo di lavoro sulla riforma fiscale guidato dal presidente dell'Istat, Enrico Giovannini, si evidenzia che le violazioni scovate legate agli appalti e alla somministrazione illecita sono state 15.907 a fronte delle 6.649 del 2009 (+139%).

Crescono anche le sanzioni per il lavoro nero che si sono attestate a 57.186 a fronte delle 45.045 del 2009 (+27%). Le violazioni in ordine alla tutela economica delle lavoratrici madri si sono più che triplicate passando dalle 406 del 2009 alle 1.280 del 2010 (+215%). In forte aumento anche le ipotesi di reato in ordine alla tutela fisica delle lavoratrici madri (973 a fronte di 661 del 2009). Più che raddoppiate le violazioni in materia di disciplina dello Statuto balzate da 1.042 a 2.604. Aumentano anche le truffe scoperte nei confronti degli istituti previdenziali (3.316 a fronte di 2.493, +33%). Le ipotesi di reato per evasioni contributive sono cresciute del 29% passando da 3.781 del 2009 a 4.886 del 2010.

Gli illeciti in materia di sicurezza sul lavoro sono aumentati del 45% da 26.404 a 38.357.
Posta un commento