Infotel

lunedì 15 aprile 2013

Gli strumenti per la gestione efficace della salute e sicurezza sul lavoro

L’Associazione italiana cultura della qualità (in sigla Aicq), Comitato Salute e Sicurezza, con il sostegno e patrocinio dell’Inail, organizza il convegno “Gli strumenti per la gestione efficace della salute e sicurezza sul lavoro – Best Practices e testimonianze” che si terrà a Napoli mercoledì 17 aprile nella sede dell’Inail, Villa Colonna Bandini, dalle ore 9.00 alle ore 17.30. Durante il convegno una sessione sarà riservata al progetto Si.Sca per la prevenzione degli infortuni.

In merito agli infortuni sul lavoro mortali, l’Italia chiude il 2012 con un lieve miglioramento rispetto al 2011 pur rimanendo il fanalino di coda dell’Europa. Meno critica è la situazione degli infortuni non mortali. Diversamente le malattie professionali risultano in aumento, anche se il problema sembra sottovalutato dai mass media.
“È’ fondamentale – si legge in una nota di presentazione dell’evento – capire il motivo di questa situazione, visti gli sforzi messi in atto sul piano sia istituzionale, attraverso nuove norme e leggi, sia degli strumenti, tramite incentivi e finanziamenti. Anche le certificazioni in salute e sicurezza – prosegue la nota – , in accordo con i requisiti di Accredia, vi hanno contribuito a migliorare lo scenario della sicurezza, come dimostrano i dati relativi alle aziende certificate, che mostrano un significativo miglioramento delle prestazioni”.
Il Convegno si pone l’obiettivo di analizzare le best practices e di evidenziare quali potranno essere gli sviluppi futuri e si rivolge a tutti coloro che direttamente o indirettamente operano nel settore Salute e Sicurezza sul Lavoro: responsabili aziendali di sistemi di gestione per la sicurezza, Rspp, Aspp, medici competenti, legali specializzati nei profili 231, tecnici e/o consulenti della prevenzione, datori di lavoro, dirigenti e a chi ricopre funzioni nelle attività di valutazione, prevenzione e protezione.
Nell’ambito della presentazione delle best practices verrà dedicato uno spazio al progetto Si.Sca.
Si tratta di una tecnologia innovativa contro gli incidenti in cantiere sviluppata proprio a Napoli. Il sistema Si.sca è un progetto finanziato dall’Inail che, grazie alle tecnologie Ict, consente il monitoraggio in cantiere sulla corretta applicazione dei dispositivi e delle norme contro gli infortuni e che quindi consente una sensibile riduzione degli incidenti sul lavoro.
Il sistema, già sperimentato con successo, si sta evolvendo. Sono previste infatti ulteriori innovazioni che consentono di prevenire le collisioni uomo-macchina e di segnalare tempestivamente eventuali cadute di operatori in cantiere (sensori di “uomo a terra”), per una pronta ativazione delle procedure di soccorso.
Si.sca è un sistema elaborato dal Comitato paritetico territoriale (in sigla Cpt), Comitato paritetico territoriale – di cui è presidente l’ingegner Paola Marone, affiancata da Andrea Lanzetta, come vice presidente – per la prevenzione degli infortuni, l’igiene e l’ambiente di lavoro. Questo ente bilaterale senza scopo di lucro è costituito da tutti i soggetti complementari del settore delle costruzioni, come l’Acen-Associazione Costruttori Edili della Provincia di Napoli, e i sindacati di categoria Fillea, Filca, Feneal, con l’obiettivo di fornire servizi di consulenza, di formazione ed informazione per i lavoratori e per le stesse imprese di costruzioni.
In particolare Si.sca è finanziato dall’Inail- Direzione Regionale per la Campania – ,che ne ha assunto la responsabilità scientifica, attraverso la Contarp Regionale – Consulenza Tecnica Accertamento Rischi e Prevenzione – in collaborazione con l’Università degli Studi di Napoli Federico II e la società Enginfo Consulting. “L’adozione del sistema Si.sca – spiega il presidente del Cpt Paola Marone – potrà garantire vantaggi immediati alle imprese,sia attraverso la riduzione del premio Inail, sia mediante convenzioni con le compagnie assicuratrici per ridurre i premi per le polizze infortuni se si utilizza questa innovativa tecnologia”. A tal proposito il direttore regionale Inail Campania, Emidio Silenzi, sottolinea: “L’Inail ha ritenuto opportuno aderire all’iniziativa, vista la convergenza di interessi diretti a programmare concrete azioni per il perseguimento dell’obiettivo primario di migliorare la sicurezza e la protezione dei lavoratori nei luoghi di lavoro”

PROGRAMMA DEL CONVEGNO DEL 17 APRILE
9.00-9.30 Registrazione e caffè di benvenuto
PLENARIA
9.30-10.00 Saluti
Lucio Luconi, Presidente AICQ Nazionale
Antonio Lanzotti, Presidente AICQ Meridionale
Emidio Silenzi, Direttore Regionale INAIL Campania
10.00-10.15 Presentazione lavori
Diego Cerra, Presidente Comitato Salute e Sicurezza AICQ
10.15-10.45 La certificazione dei Sistemi di Gestione Sicurezza: problematiche e criticità emerse a 5 anni
dall’entrata in vigore dell’art. 30 del D.Lgs 81/2008
Riccardo Bianconi, Ispettore e Controller ACCREDIA
10.45-11.15 Un primo esempio di prassi condivisa: gli indirizzi operativi proposti dal settore delle costruzioni
per l’asseverazione (art. 51 D.Lgs.81/08)
Alessandro Cafiero, Consigliere Comitato Salute e Sicurezza AICQ
11.15-11.45 Le buone prassi in materia di Salute e Sicurezza: il contributo dell’INAIL
Raffaele D’Angelo, Coordinatore CONTARP INAIL – Dir. Campania
11.45-12.15 Presentazione Progetto SI.S.CA: la tecnologia a servizio della salute e sicurezza nei cantieri edili
Paola Marone, Presidente CPT Napoli
12.15-12.45 Certificazione delle competenze: Schemi di certificazione per Auditor di Sistemi di Gestione
Salute e Sicurezza
Roberto De Pari, Direttore AICQ SICEV
Posta un commento