Infotel

domenica 10 agosto 2014

Diritti e doveri per la tua sicurezza

Diritti e doveri per la tua sicurezza

Ogni giorno in Italia 4 lavoratori perdono la vita e 100 rimangono invalidi. Ogni anno altri 26.000 contraggono una malattia professionale.

Passaporto per la SicurezzaMa gli infortuni e le malattie sul lavoro non sono dovuti al caso, per questo si possono e si devono evitare. Come? Con la prevenzione, facendo in modo che questi rischi siano eliminati o comunque ridotti al minimo, per lavorare in condizioni di sicurezza.
Questo è un principio di legge, in base al quale, se esiste la possibilità tecnica di eliminare un rischio, questa deve essere attuata e non ostacolata per nessuna ragione, neanche economica.

Questo passaporto ti servirà per conoscere i tuoi diritti ed anche i tuoi doveri. Ricorda, infatti, che: un lavoratore attento, attivo e partecipe alla sicurezza fa bene a se stesso e agli altri Se sai, puoi prevenire. Informati. Chiedi al tuo datore di lavoro o al tuo diretto responsabile le informazioni necessarie su:

• i rischi concernenti l’attività dell’impresa in generale;
• quelli della tua mansione specifica;
• i pericoli connessi all’uso delle sostanze nocive;
• le misure tecniche e organizzative di prevenzione adottate;
• le procedure di pronto soccorso, di lotta antincendio e di evacuazione.

Chiedi inoltre chi sono:
• il Responsabile del Servizio di prevenzione e protezione (RSPP) dell’azienda: nelle piccole imprese può essere lo stesso datore di lavoro;
• il Rappresentante dei lavoratori per la sicurezza;
• il Medico competente;
• i lavoratori incaricati della lotta antincendio, primo soccorso e della gestione dell’emergenza.

È obbligo del datore di lavoro fornire informazioni nel momento dell’assunzione e tutte le volte che intervengono modifiche nelle lavorazioni.

Posta un commento