Infotel

giovedì 25 giugno 2015

Bando Isi 2014

Bando Isi 2014
Bando Isi 2014: istruzioni per l’invio delle domande
Dalle ore 16.00 alle 16.30 le aziende potranno inviare, attraverso il portale dell’Istituto, la richiesta di ammissione al contributo utilizzando il codice identificativo che è stato loro attribuito a seguito dell’inserimento online del proprio progetto.

L’Inail ha pubblicato le regole tecniche per l’inoltro delle domande in cui specifica le istruzioni da seguire per non commettere errori e non perdere gli incentivi. Per evitare di essere esclusi l’Inail ricorda che è vietato il ricorso a sistemi automatici di invio, in quanto “il loro utilizzo determina il rilascio da parte del sistema di un messaggio di errore”.

Per quanto concerne il comportamento degli utenti l’Inail ricorda che “non è ammesso divulgare gli indirizzi acquisiti durante la fase 1: in tal modo essi saranno conosciuti ed utilizzati solo dagli aventi diritto; in caso di invii multipli farà fede l’orario di arrivo del primo codice identificativo; i successivi invii oltreché inutili sono controproducenti ai fini del regolare svolgimento della procedura; è inutile ripetere l’invio se il sistema ha già risposto con il messaggio di presa in carico: i successivi invii saranno bloccati”.

L’incentivo sarà assegnato fino all’esaurimento sulla base dell’ordine cronologico di arrivo delle domande di partecipazione ed è cumulabile con benefici derivanti da interventi pubblici di garanzia sul credito quali quelli gestiti dal Fondo di garanzia delle piccole e medie imprese e da Ismea.

Gli elenchi in ordine cronologico di tutte le domande inoltrate saranno pubblicati sul portale Inail, con l’indicazione di quelle collocate in posizione utile per accedere al contributo.

Incentivi per la sicurezza: l’iniziativa Inail
Ricordiamo che attraverso il Bando Isi 2014, l’Inail finanzia in conto capitale le spese sostenute dalle imprese (anche individuali) per progetti di miglioramento dei livelli di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro.

L’Inail ricorda che lo stanziamento di 267 milioni di euro rappresenta la quinta tranche di un finanziamento complessivo pari a oltre un miliardo di euro che l’Inail ha disposto a partire dal 2010 per sostenere la realizzazione di progetti di miglioramento delle condizioni di salute e sicurezza sul lavoro o per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale da parte delle imprese.
Posta un commento